LE RISPOSTE DA DARSI

 

 

Cosa posso fare con lo spazio a mia disposizione?

“Troverassi dentro a de’ noci e de li alberi e altre piante tesori grandissimi, i quali li stanno occulti” [Atl. 370 r. a.] Leonardo da Vinci

 

Avere un fondo commerciale, può essere il primo passo per realizzare un sogno, ma Meglio evitare di improvvisare e fare molta attenzione alle scelte che abbiamo di fronte.

 

Le dimensioni degli ambienti sono fondamentali per la comprensione(4) della destinazione commerciale e viceversa. Con l’entrata in vigore della Legge n.2748 del 2006, ci si orienta alla liberalizzazione del commercio. In particolare, per gli esercizi con superfici fino a 250 m² (150 m² nei comuni con meno di 10˙000 abitanti) non è necessaria la licenza, quindi chiunque può avviare un’attività commerciale, purché legale.

Con uno spazio commerciale a disposizione, è utile effettuare un corretto dimensionamento degli ambienti in funzione del tipo di attività(6)che si prevede. È anche possibile calibrare l’attività(21) commerciale sulla misura degli ambienti disponibili,.

Se ci si orienta ad un’attività di ristorazione, bisogna considerare che circa la metà degli ambienti saranno occupati dai servizi, quali: cucina, depositi e bagni. Se è prevista la sosta della clientela, sono comunque obbligatori gli ingombri per l’antibagno, i bagni uomo donna e i diversamente abili. Nel caso in cui si considera attività da asporto, non è necessario l’ingombro dei bagni uomo donna e i diversamente abili, ma solo quello per i dipendenti.

Se gli ambienti a disposizione, superano la soglia dei 250 m², per installare un’attività commerciale è necessaria la licenza.

Per meglio comprendere il tipo di attività da installare, è molto importante valutare la posizione dell’immobile(5), l’accessibilità, la visibilità e le attività limitrofe.

L’insieme di queste considerazioni, permette a professionisti qualificati(15) di definire al meglio l’attività.

 

Tematica, con i suoi professionisti dedicati, si occupa di effettuare tutte le valutazioni necessarie per verificare se il sogno può trasformarsi in realtà.

 

 call us

 

Quali documenti mi occorrono?

“Dove noi cerchiamo una risposta, per lui non esiste la domanda.” I Barbari Pag.137 Alessandro Baricco 

 

La giungla della burocrazia, spesso ci confonde e ci scoraggia, ed è sempre difficile trovare il giusto orientamento.

 

Riportiamo di seguito un sintetico vademecum utile alla comprensione di un argomento piuttosto vasto.

Va innanzitutto specificato che i documenti necessari per avviare un’attività commerciale sono tra loro molto diversificati e sicuramente per alcuni di questi, è necessario rivolgersi a professionisti abilitati. Oltre al resto, le modifiche apportate al titolo V della Costituzione dalla legge Costituzionale n. 3/2001, hanno differenziato le procedure a seconda della regione in cui si opera.

Va inoltre chiarito che, a seconda del tipo di attività(6) che si vuole avviare, se di somministrazione, o vendita di beni o servizi, ci saranno specifici iter da assolvere.

Per semplificare il percorso da seguire, indichiamo tre passi essenziali:

1 documenti preventivi, 2 documenti utili e 3 documenti acquisibili. (3)

I primi sono mirati alla comprensione della reale fattibilità del progetto commerciale, i secondi sono orientati all’accertamento dei requisiti imprescindibili alla messa in atto dell’attività, e gli ultimi sono quelli che si devono acquisire.

1 DOCUMENTI PREVENTIVI

Analisi costi benefici (Business Plan) con relativa analisi di fattibilità. (7)

Stipula di contratto(3) di locazione o acquisto dell’immobile sede dell’attività.

Requisiti soggettivi previsti dall'art. 5, commi 2 e 4, del D.L.vo 114/98.

2 DOCUMENTI UTILI

Verifica (4) delle regolarità urbanistiche dell’immobile sede dell’attività.

Eventuali Concessioni Edilizie (13) per modifiche o adattamenti dell’immobile ai regolamenti edilizi e d’igene e verifica della Legge 13/89 - Barriere architettoniche.

Eventuale regolarizzazione catastale.

3 DOCUMENTI ACQUISIBILI.

Requisiti professionali (corsi SAB per il settore della ristorazione) art. 5 D.lgs. 114/98

Scegliere (8) la forma giuridica più adatta e aprire la Partita IVA

Apertura di conti correnti (9) dedicati all’attività

Inviare al Comune la denuncia di Inizio Attività o autorizzazione all'esercizio del commercio.

Iscriversi nel registro delle imprese CCIAA

Regolamentare la posizione Inps ed assicurativa Inail

Eventuale certificato di prevenzione incendi

Documento di valutazione dei rischi e designazione RSPP D.Lgs. 81/08. Eventuale redazione del Manuale HACCP Reg. CE n. 852/2004 e D. Lgs. 193/2007

Eventuale nulla osta dell' ASL o il libretto sanitario per datore di lavoro e lavoratori se ci si orienta alla vendita di generi alimentari

Eventuale valutazione di impatto acustico

Eventuale regolarizzazione con il comune per l’uso di suolo pubblico.

Eventuale regolarizzazione con la SIAE nel caso di musica / video

Eventuale regolarizzazione con il comune per l’esposizione delle insegne.

È consigliabile considerare i tempi necessari (14) all’assolvimento di tutte le pratiche utili per l’avvio dell’attività. In ogni caso, ci si può rivolgere al SUAP sportello unico attività produttive del proprio Comune, iniziando quel percorso a volte complesso, che in ogni caso porta a rivolgersi a professionisti abilitati.

 

Tematica è la tua bussola, con l’assistenza e la soluzione di tutte le pratiche amministrative, non dovrai più scoraggiarti e potrai trovare la giusta via per il successo.

 call us

 

A quali figure professionali mi devo necessariamente rivolgere?

“quando il principiante è consapevole delle sue necessità, finisce per essere più intelligente del saggio distratto” Manuale del guerriero della luce  Paulo Coelho

 

È quotidiano il confronto con competenze che non ci appartengono, quello che bisogna evitare è l’improvvisazione.

 

Avviare o innovare un’attività commerciale comporta sempre valutazioni molto articolate e diversificate per le quali è spesso necessario interpellare degli specialisti.

La comprensione di quali figure professionali sono indispensabili e quali superflue, è possibile grazie all’accertamento delle attività messe in gioco dal nostro progetto commerciale. Va da se che per un caso commerciale, vi possono essere valutazioni che rendono indispensabili figure che per altri casi sono solo utili. La specificità dell’attività che si vuole avviare o migliorare e le azioni(12) che si vogliono perseguire disegnano le competenze necessarie.

In ogni caso, per chiarire le esigenze che in generale si manifestano in una attività-tipo e per semplificare, dividiamo in due gruppi le competenze che possono tornare utili: 1 figure presumibilmente indispensabili (Tecnici) e 2 figure presumibilmente necessarie (Consulenti).

1    Figure presumibilmente indispensabili (Tecnici).  Appartengono a questo gruppo le figure che permettono la realizzazione del progetto commerciale.

- Eventuale Notaio / Avvocato, necessario nella stipula dei contratti di compravendita e nei contratti (7)che regolamentano le attività societarie.

- Commercialista, necessario(8) nella gestione amministrativa finanziaria dell’attività.

- Tecnico abilitato : Geometra, Ingegnere, Architetto, necessario nella regolarizzazione urbanistico amministrativa (1) dell’attività.

2   Figure presumibilmente necessarie (Consulenti).  Appartengono a questo gruppo le figure che contribuiscono all’ottimizzazione del progetto commerciale.

- Promotore / Contractor, può contribuire alle valutazioni dell’operazione nel suo complesso, a gestire (15) e coordinare tutto l’iter.

- Investitore o Società di Investimento, può finanziare (9) con fine di redditività l’operazione commerciale.

- Consulente per lo sviluppo di contenuti, può migliorare il flusso della clientela adottando specifiche strategie(10) d’impatto e di fidelizzazione. Inoltre può studiare quegli aspetti dell’attività oggi più importanti che mai, come il naming, il pricing il merchandising etc.

- Consulente per il Marketing, può sviluppare sistemi di promozione (19) che vanno dalla pubblicità all’organizzazione di eventi e/o servizi.

- Consulente per la progettazione/realizzazione, può migliorare le ergonomie nonché l’immagine complessiva (11) dell’attività commerciale con lo studio e lo sviluppo di specifiche tipologie formali ed arredi.

- Consulente per la ristorazione, può aiutarci (17) alla definizione dei menù e delle carte dei vini, nonché nella ricerca e preparazione del personale specializzato.

- Consulente per il suono / video, può redigere le valutazioni di impatto acustico(2), nonché articolare l’ottimizzazione delle rese audio e video.

- Consulente per la sicurezza, può occuparsi (16) degli aspetti relativi al controllo degli accessi ed al mantenimento dell’ordine.

- Maestranze, necessarie per la realizzazione e manutenzione del nostro spazio. Si tratta tutte quelle figure (13) che possono essere necessarie e che sono molto diversificate tra loro: dall’impresa di costruzioni, agli impiantisti, dagli arredatori falegnami e carpentieri, agli addetti alle pulizie.

La nota più importante è quella relativa alla sinergia che necessariamente deve esserci tra tutte le figure che si possono reputare indispensabili.

 

La professionalità di Tematica è la risposta a tutte le esigenze multidisciplinari che sono necessarie ad un’attività di successo.

 call us

 

La mia idea è quella giusta?

“Chi non dubita mai di niente non ha capito niente” Gervaso, Roberto Il grillo parlante, Bompiani, Milano, 1983, p. 26. 

 

Valutare in maniera critica e neutrale la propria idea è spesso la cosa più difficile da fare.

 

Nella maggior parte dei casi, infatti, ci troviamo difronte a due approcci opposti: o ci si innamora follemente della propria idea, compiacendosi di quell’atto unico e geniale col quale la si è partorita; o, al contrario, si rimane impantanati in mille dubbi frammentando l’idea originaria in una costellazione di alternative, modifiche e postille.

Entrambi gli atteggiamenti condividono la medesima origine: la mancanza di obiettività, e quando si affrontano avventure finanziarie, come quella di intraprendere un’attività commerciale, tale mancanza rappresenta senza ombra di dubbio il pericolo più grave.

Occorre, invece essere il più critico e imparziale possibile quando si giudica della bontà della propria idea, bisogna valutare attentamente pro e contro, contestualizzare e giudicarne con precisione la spendibilità commerciale e la sostenibilità economica (“business plann”). Tematica ti offre tutto questo. Attraverso accurate indagini di mercato (“quali sono i miei clienti”), raccogliendo informazioni su specifiche abitudini di consumo, registrando l’offerta dei tuoi diretti competitors (“chi sono i miei concorrenti”), siamo in grado di fornire una valutazione ad ampio spettro del mercato di riferimento che aiuti a sondare le potenzialità della tua idea o a progettarne una ad hoc.

Sembra banale specificarlo, ma non esiste un’idea giusta o un’idea sbagliata in assoluto, ma solo idee poco chiare.

 

Tematica mette a fuoco le tue idee.   

 call us

 

Chi sono i miei concorrenti?

Gli affari, più di qualsiasi altra occupazione, sono un calcolo continuo  e un esercizio istintivo di preveggenza." Henry Robinson Luce (1898-1967), editore e giornalista americano.

 

Avete trovato il fondo commerciale che fa per voi, il posto è perfetto per i prodotti o i servizi che intendete offrire e non vedete l’ora di far partire la vostra attività, ma attenti alle insidie! Cosa c’è intorno a voi? Quali sono le condizioni ambientali in cui si trova il vostro locale? Chi sono i vostri diretti o potenziali concorrenti? A meno che non stiate aprendo un chiosco di bibite gelate in mezzo al deserto, o non stiate inaugurando inesplorati spazi di mercato, intorno a voi c’è sicuramente qualcuno che propone la vostra stessa offerta da più tempo e con più o meno successo. Non ci si può improvvisare, soprattutto se in ballo ci sono i vostri soldi e i vostri sogni, occorre rimanere con i piedi per terra, analizzare e soppesare, studiare analiticamente i vostri competitors, sia quelli già insediati sul territorio sia quelli che potrebbero giungervi. Occorre valutare meticolosamente le loro proposte commerciali, le loro strategie di marketing, il loro approccio col cliente (“Quali saranno i miei clienti”), le loro tecniche di promozione, i punti di forza e i punti di debolezza. Non ci si può affidare al caso e sperare che le cose vadano  nel verso giusto. Anche le intuizioni fulminee e i colpi di genio sono sempre preceduti da una fase di accurata e faticosa analisi (“La mia idea è quella giusta”). Tematica vi offre strumenti collaudati per esplorare a fondo il vostro mercato di riferimento e conoscere con chi e con cosa vi troverete a competere.

 

Tematica non vi lascia mai da soli.

 

 call us

 

Quali saranno i miei clienti?

“E' il punto di vista che fa la cosa."  Ferdinand De Saussurre (1857-1913), linguista svizzero.

 

Non esiste un’offerta alla quale non corrisponda una domanda, sia essa implicita o esplicita. Il servizio o il prodotto che si ha intenzione di proporre ai propri clienti deve rispondere sempre ad una loro domanda, desiderio, richiesta. Se si vogliono garanzie di successo non basta lanciare sul mercato la propria proposta commerciale e sperare che qualcuno la raccolga, ma occorre interrogarsi su cosa le gente desidera, di cosa ha veramente bisogno, per quale motivo sarebbe disposta a spendere il proprio denaro.  Il primo passo per rispondere a questi interrogativi è definire il profilo del proprio cliente-tipo, fare chiarezza sul proprio target di riferimento, prevederne i possibili cambiamenti e sviluppi. E’ indispensabile studiarne le pratiche comportamentali, esaminarne le abitudini d’acquisto, entrare nelle loro menti e carpirne esigenze, fantasie e aspirazioni. Chi saranno i miei clienti? In che modo potrò attirarli e soprattutto farli tornare?

Cosa posso fare per soddisfare le loro necessità? Sono solo alcune delle domande che bisogna porsi. Occorre, innanzitutto, valutare la spendibilità commerciale (“La mia idea è quella giusta?”) della propria idea e se necessario modificarla, articolarla in modo più coerente con le richieste del mercato, plasmarla in funzione dei vostri utenti in fase di progettazione e continuare a tararla quotidianamente. Non è un compito facile, ma gli specialisti di Tematica possono darvi un valido aiuto nell’affrontare il difficile compito di porsi dal punto di vista del cliente per rendere il proprio prodotto o servizio appetibile dal maggior numero di acquirenti possibile.

 

Tematica è il ponte tra voi e i vostri futuri clienti. 

 call us

 

Come far fruttare al massimo la mia attività?

“Ho conosciuto il mare meditando su una goccia di rugiada” Kahlil Gibran 

 

Qual è Il segreto?

Coinvolgere tutte le figure necessarie in un'unica squadra.


Una squadra di tecnici e consulenti, perfettamente tarata sulla misura del progetto commerciale, produce un’insieme di dati analitici iniziali che permettono di individuare i costi, i punti di forza, i punti deboli e le potenzialità effettive del programma commerciale. Con questi dati, è possibile redigere un documento dinamico, che deve evolversi ed adattarsi a tutte le esigenze imprenditoriali.

Il Business Plan è sicuramente uno strumento indispensabile per analizzare tutte le variabili(21) presenti in un progetto destinato all’apertura di un’attività (4), come detto, questo documento nasce da un attenta analisi (5) di tutti gli elementi utili e necessari a realizzare in concreto un progetto.

Il Business Plan, è sempre caratterizzato non solo dalle descrizioni particolareggiate dell’attività, ma anche da indicazioni di mercato, da piani di marketing, piani di fattibilità tecnica ed economica, previsioni di redditività, crono programmi di sviluppo ecc.

Con il Business Plan, abbiamo un dispositivo utilissimo non solo dal punto di vista prettamente finanziario, ma anche per la pianificazione imprenditoriale, per la gestione dell’azienda, e per operare le migliori strategie di start-up.

Un’analisi preventiva, sulla base di un progetto chiaro e definito, grazie all’incrocio di competenze di settore, è quindi il primo passo essenziale.

Analizzare ogni singolo aspetto(3) del progetto garantisce la sicurezza di evitare errori chiave che possono compromettere i vostri guadagni (12), offrendo al contempo le soluzioni per far fruttare(10) al massimo la vostra attività.

 

Non rischiare il tuo futuro ma affidati con sicurezza ai nostri professionisti,  perché Tematica  ha le soluzioni giuste per te…

 call us

 

Quanto mi costa aprire un attività ?

“Quello che aveva sperato per lo Stormo, se lo godeva adesso da sé solo. Egli imparò a volare, e non si rammaricava per il prezzo che aveva dovuto pagare.” Il gabbiano Jonathan Livingson Richard Bach

 

Il costo dei preventivi ottenuti, è sempre minore del costo complessivo finale.

 

La richiesta di preventivi è di solito il primo pensiero che si affaccia al momento di voler iniziare un’attività. Ma attenzione, bisogna evitare passaggi troppo frettolosi o riduttivi, perché possono sfuggire tutti i costi reali di un’operazione.

Un’attenta analisi dei costi e dei progetti definitivi è infatti assolutamente necessaria a monte della richiesta dei preventivi.

Precauzionalmente è corretto interpellare(3) professionisti, tecnici e consulenti in piena sinergia, al fine di ottimizzare il vostro progetto per ridurre al minimo tutti i costi(8), da quelli amministrativi a quelli gestionali, dal costo dei professionisti a quello dei materiali, ed ottimizzare i ricavi.

Affrontare da soli(15) l’iter necessario per aprire un attività è un operazione complessa e forse non la più indicata per tutelare il vostro capitale(9) in quanto comporta rischi molto diversificati sia in ambito tecnico che economico.

Analizziamo, verifichiamo, progettiamo, realizziamo ed avviamo congiuntamente.

Grazie ad un attenta ed analitica verifica di tutte le variabili presenti nel vostro progetto, Tematica  può offrirvi con precisione, prospetti di costo reali, dati ed elementi indispensabili per stimare le dimensioni economiche necessarie per realizzare la vostra attività.

 

Tematica tutela il vostro capitale

 call us

 

Come posso trovare dei finanziamenti per la mia attività ?

“Statisticamente tutto si spiega, personalmente tutto si complica.”

Daniel Pennac

 

 

Una corretta intuizione(4) commerciale, purtroppo, trova a fatica dei finanziamenti senza garanzie certe.

 

Il periodo di crisi mondiale ha attenuato notevolmente le possibilità di ottenere finanziamenti dagli istituti di credito, è per questo motivo che se si vuole ottenere un buon risultato finale nella richiesta di un finanziamento è necessario pianificare bene ed in anticipo il metodo migliore.

Per ottenere risultati concreti è necessario proporre agli istituti di credito domande chiare e complete, progetti studiati nei dettagli e ben definiti sulla base di un programma proposto da più figure professionali, che collaborano insieme per dare un quadro completo ed esaustivo di ciò che si vuole realizzare.

Le soluzioni di Tematica vi garantiscono le risposte(10) migliori in quanto nascono dai più indicati criteri modellati sulle vostre idee.

La strategia di Tematica, si basa sul lavoro di squadra(13), è il metodo più indicato per offrirvi il giusto percorso anche verso questo complesso obiettivo.

Con l’attenta analisi delle caratteristiche del progetto commerciale, possiamo valutare l’opportunità di accedere ad eventuali agevolazioni e finanziamenti pubblici.

 

Tematica crede nelle tue intuizioni e vuole svilupparle.

 

 

 

 call us

 

Come potrò emergere dalla massa?

"Se puoi sognarlo, puoi farlo."  Walt Disney

 

Negli ultimi vent’anni le nostre città hanno conosciuto un processo di trasformazione rapido e all’apparenza inarrestabile. Negozi, bar e ristoranti hanno invaso lo spazio urbano arricchendo, probabilmente fino all’esasperazione, il ventaglio delle possibilità di fare acquisti, usufruire di servizi, approfittare di opportunità e, in parole povere, spendere il nostro denaro. Un’offerta commerciale che ha soddisfatto ogni nostro desiderio, risposto a domande che neanche ci sognavamo di porci e, a volte, spiazzato con proposte decisamente poco convincenti.

Inserirsi in questo congestionato scenario è d’avvero un compito arduo e rendersi visibili tra così tanti concorrenti rischia di essere un’impresa votata al sicuro fallimento. Negli ultimi due anni, tuttavia, c’è stata un’inversione di tendenza e la crisi economica internazionale paradossalmente ha aperto nuovi e imprevedibili spazi di mercato. Può apparire a prima vista come un controsenso, ma noi di Tematica crediamo fermamente che questo è il momento migliore per intervenire sul mercato con proposte innovative fino a qualche mese fa impensabili. E’ proprio nei momenti di maggiore difficoltà che le idee più originali e meno convenzionali hanno la possibilità di emergere dalla massa e spiazzare la concorrenza. Tematica si è posta fin da subito l’obiettivo di sfruttare queste nuove possibilità puntando sulla singolarità della sua proposta e sulla professionalità dei suoi componenti. Un servizio completo (“Come operiamo”) che ti accompagna dalla ideazione di un progetto commerciale competitivo alla sua realizzazione, dalla individuazione delle strada giusta da percorrere alla definizione delle giuste strategie di marketing, di promozione e comunicazione.

 

Come potrò emergere dalla massa? Semplice, affidandoti a Tematica.     

 call us

 

Come riuscirò a rendere unico il mio locale?

“Quest’acqua era ben altra cosa che un alimento. Era nata dalla marcia sotto le stelle, dal canto della carrucola, dallo sforzo delle mie braccia. Faceva bene al cuore…” Il piccolo Principe Antoine de Saint-Exupéry

 

Valutare e sviluppare le capacità ed il potenziale di un’attività è il fulcro costruttivo su cui sviluppare un progetto commerciale.

 

Le caratteristiche che identificano un locale come unico(10) sono riferibili a tre concetti principali che riflettono l’unicità e l’esclusività del bene o di un servizio.

Il primo concetto attiene all’immagine unica offerta dal locale. L’identità architettonica chiara e riconoscibile è di fatto il primo impatto che l’attività offre. È per questo motivo che la nostra attenzione si concentra sulle soluzioni tipologiche, architettoniche e d’arredo, in modo da restituire un aspetto sempre unico ed esclusivo.

In questo caso dopo aver identificato un target di clientela, identifichiamo un brend fortemente identificativo. Vi sono locali in cui è piacevole andare per l’ambiente che viene proposto, altri in cui vogliono andare i bambini e ancora, locali dedicati a specifici prodotti, epoche o stili.

Per sviluppare questo modello, si operano delle scelte progettuali fortemente caratterizzate, per cui gli arredi, le scelte cromatiche, le tipologie degli spazi sono orientate(13) a restituire uno specifico tema.

Il secondo concetto riguarda la produzione o vendita di prodotti di qualità: non è inusuale recarsi in un determinato ristorante, bar, gelateria o pasticceria che offre prodotti particolarmente apprezzati, o negozi che hanno una specifica marca.

È quindi necessario acquisire dei fornitori, produttori o collaboratori che siano realmente validi. La scelta(18) va effettuata sulla base delle possibilità che si possono concretamente mettere in atto.

Il terzo concetto riguarda un ambito fortemente legato al marketing, si tratta dello sviluppo di servizi esclusivi che vengono offerti dall’attività commerciale.

Per mettere in atto questi servizi, si studiano opportune strategie(12) commerciali che spaziano dalle promozioni agli eventi.

Può essere sufficiente sviluppare anche uno solo dei concetti appena espressi per rendere unica un’attività commerciale.

Sicuramente pianificare di concerto  tutte le caratteristiche appena dette, ci permette di emergere dalla massa con un’insieme di valori aggiunti e di riflesso, con uno “spin off” nel concetto di catena o più semplicemente nel franchising. (gallery)

 

Tematica, con la sua esperienza nel settore, con la qualità dei prodotti e dei servizi che offre,  rende unica la tua attività.

 call us

 

Con quali servizi attirerò i miei clienti convincendoli a tornare?

"E' possibile fallire in molti modi, mentre riuscire è possibile in un modo soltanto."  Aristotele (384-322 a.C.), filosofo greco

 

Professionalità e correttezza sono sicuramente i prerequisiti indispensabili affinché la propria offerta commerciale si promuova da sé e si consolidi nella considerazione dei propri clienti. Ma nell’attuale saturazione del mercato è necessario ingranare la marcia giusta, fare qualcosa in più e meglio dei diretti concorrenti (“chi sono i miei concorrenti”). Si può puntare sulla qualità dei prodotti o sulla loro originalità, si possono potenziare i servizi aggiuntivi o puntare sulle potenzialità dei nuovi media, superare i propri limiti e migliorare le proprie competenze. Sono tutte strategie opportune e necessarie se si vuole emergere, ma quel quid in più che rende la propria attività unica, e conseguentemente remunerativa, quella particolare alchimica grazie alla quale si possono raggiungere risultati insperati, al di là dell’effimero successo di una stagione, è tutto racchiuso in un’unica parola: programmazione. Ed è proprio questo quello che offre Tematica ai propri clienti, una programmazione attenta, efficace e lungimirante di tutte le fasi del progetto. Analisi approfondita del mercato di riferimento, definizione precisa del target e individuazione delle sue esigenze latenti. Elaborazione delle strategie più adatte in relazione alle analisi eseguite e alle scelte prese. Pianificazione di un’identità aziendale unica e riconoscibile, realizzazione di un progetto architettonico e d’arredo che primeggi per qualità estetiche e funzionalità. E ancora, accompagnamento nelle delicate fasi burocratico-amministrative, esame del vostro budget e redazione di un completo ed esaustivo business plan.  Esecuzione e direzione efficace dei lavori, organizzazione di un piano di comunicazione congruo agli obiettivi prescelti  e affiancamento nella gestione della clientela, del personale e dei fornitori.

 

Tematica è tutto questo e molto di più.

 call us

 

Chi realizzerà concretamente il mio progetto?

“Non accontentarti. Sii affamato. Sii folle” Steve Jobs

 

Un buon progetto commerciale è la risposta ad un sogno che bisogna mettere in pratica.

 

Le figure professionali(3) che ruotano intorno a qualunque progetto commerciale sono molteplici, per questo è consigliabile individuare un pacchetto di competenze calibrate sul tipo di operazione in modo da garantire, con la necessaria sinergia, efficienza, velocità, professionalità, esclusività e qualità. Il vantaggio nell’accedere ad un referente unico, riduce i costi(7), i tempi ed i rischi d’impresa!

Infatti, una volta definito un progetto commerciale ed analizzati i costi / benefici, si può attuare un piano d’intervento.

Per quanto riguarda le opere vive, è fondamentale evitare di slegare la realizzazione dalla progettazione.

Una figura come Tematica ha un grande valore poiché, dopo aver analizzato tutte le disposizioni normative, provvede alla coordinazione della manodopera, delle lavorazioni, al rispetto dei tempi, all’individuazione delle attrezzature e più in generale al problem solving. È sotto la sua responsabilità che vengono individuate le giuste maestranze e le giuste forniture di materiali ed impianti.

Inoltre, la realizzazione pratica è sempre  affiancata(15) a competenze estetico formali, in modo da non snaturare il progetto commerciale già pianificato. In particolare lo studio degli arredi, la loro realizzazione e la messa in opera vengono calibrati al meglio. Inoltre la scelta dei materiali di finitura, degli accessori, dei complementi, viene attentamente vagliata e passa attraverso un filtro costi benefici.

Tematica interfaccia, in fase di realizzazione, non solo i progettisti ed il cantiere, ma anche tutti i consulenti che hanno sviluppato i contenuti dell’idea commerciale e chi si occupa del marketing, in modo da realizzare un manufatto omogeneo e coerente.

Sicuramente il processo di realizzazione è complesso ed articolato, pur potendolo gestire in  proprio,  può essere utile e sicuramente redditizio rivolgersi ad una struttura in grado di fornire tutti i servizi nel loro complesso. (come lavoriamo)

Tematica, fa della sinergia tra i suoi professionisti e consulenti, uno dei suoi punti di forza, in questo modo, l’opera è realizzata nel rispetto di tutte le richieste: da quelle normative a quelle economico commerciali. Con Tematica riduci al minimo tutte le preoccupazioni e i margini di errore, cosi che tu possa dedicarti all’inaugurazione dell’attività.

 

Tematica è la sostanza che trasforma il tuo sogno in realtà.

 call us

 

Quanto tempo è necessario per realizzare la mia idea?

“Se i tempi non chiedono la tua parte migliore  inventa altri tempi.” Stefano Benni 

 

Sappiamo bene che il tempo è denaro.

 

Tarare i tempi nel modo più corretto è una delle priorità per mettere a reddito l’attività nella forma migliore, abbattendo i rischi dovuti ai ritardi.

Nella definizione dei tempi necessari a mettere in pratica un’idea commerciale, vi sono alcuni errori spesso sottovalutati, come agire prima del tempo, sottovalutare(1) i particolari e sovrapporre in modo errato diverse attività. Per questo motivo bisogna evitare azioni affrettate e non mirate.

La variabilità dei tempi per la realizzazione di un progetto commerciale, è dettata dalle varie fasi di attuazione che è necessario affrontare nel percorso di messa in esercizio(21).

La comprensione di quali fasi(2) sono necessarie ed il loro sviluppo, ci consente di definire al meglio i tempi di realizzo.

Definire precisi crono programmi dinamici, che valutino i tempi di ogni fase, ci permette di calibrare non solo il tipo di interventi da fare ma anche il come ed il perché.

La comprensione del tempo necessario per realizzare un’idea commerciale non si improvvisa, è necessaria analisi, competenza ed esperienza, in modo da poter individuare con precisione il giorno dell’innaugurazione.

La sinergia tra le figure che si occupano di ogni singola fase di ricerca, sviluppo e messa in esercizio, è fondamentale, anche per questo, le diverse professionalità di Tematica consentono di definire, tenere sotto controllo e rispettare tutte le tempistiche(16).

 

Tematica non ti fa perdere tempo.

 

 call us

 

Faccio tutto da solo o mi affido a qualcuno che mi può offrire un servizio completo?

“Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo.” Henry Ford

 

Tutti sono in grado di percorrere la trafila necessaria per avviare un’attività, ma con quali certezze?

 

Immergersi in maniera autonoma in un’operazione complessa significa doversi reinventare, improvvisare, commettere errori, perdere tempo, aumentare i costi, non rispettare i tempi. Bisogna saper ben distinguere ciò che è transitorio e ciò che è definitivo nelle scelte commerciali.

Alcuni passaggi necessari nell’avvio di un’attività, sono assolutamente transitori, ma occupano parti fondamentali del percorso del progetto commerciale.

Portare avanti da soli i molteplici aspetti che riguardano la realizzazione o il miglioramento di un’attività commerciale, senza una giusta esperienza, può generare dei “cortocircuiti” e mettere in crisi l’obiettivo finale che è la conduzione dell’attività. Questo tipo di atteggiamento, in molti casi può significare mettere una pesante ipoteca sul successo dell’attività.

Poiché l’avvio o il restyling di un progetto commerciale, prevede in ogni caso la consulenza(3) di specifici professionisti e maestranze, la formula del servizio completo, permette un abbattimento dei costi(7), dei rischi e dei tempi.

Inoltre, il servizio completo che ti offre Tematica, grazie alla sua esperienza, è in grado di istruire tutte le valutazioni effettivamente necessarie all’operazione nel suo complesso, provvedendo a gestire e coordinare tutta l’iniziativa.

La nostra esperienza(4), la sinergia, ed in know how maturato in operazioni specificamente dell’ambito commerciale, ed ancora di più la nostra passione, ci permettono di puntare a garanzie di successo!

 

Tematica mette in sicurezza i tuoi sogni.

 call us

 

In che modo gestirò la mia attività?

“Ho sciupato il tempo, e ora il tempo sciupa me.” William Shakespeare

 

Le attività gestionali possono occupare grande parte del tempo, per questo devono essere pianificate e coordinate.  

 

Condurre un’attività commerciale, significa organizzarla, relazionarla con le forniture(18) e con la produzione, regolare gli approcci con la clientela(12), individuare i migliori percorsi di aggiornamento delle materie e degli operatori, senza dimenticare la costante rispondenza agli obblighi normativi ed economici; in poche semplici parole, attraverso un’ottimizzazione dell’organizzazione.

Sicuramente per chi ha già esperienza in questo settore, il tempo(14) personale diviene quasi sempre un lusso, per questo motivo è utile una pianificazione accurata, che possa permettere all’attività di funzionare anche “autonomamente”.

Lo sviluppo di un Know-how specifico è uno dei passi principali, che permettono in una fase di programmazione di prevedere le variabili che influiscono sull’andamento dell’attività.

Spesso si può integrare l’organizzazione interna con software dedicati e/o con pratici manuali d’istruzione.

Inoltre, stendere dei piani di impostazione permette al conduttore di controllare l’attività e di migliorarla(20), nonché di potersi garantire il tempo libero con l’abbattimento dei rischi di gestione.

Professionisti dedicati a questo tipo di attività, possono aiutare il conduttore, fornendo tutti quegli strumenti che consentono una gestione ottimizzata.

Tematica con la sua professionalità, permette di gestire, coordinare e controllare tutte le fasi di conduzione di un’attività commerciale.

 

Perché non c’è prezzo per il tempo libero.

 call us

 

Come sceglierò e gestirò il personale?

 “La più nobile reputazione vale molto meno del possedere un buon chef” Il ritratto di Dorian Gray, Oscar Wilde 

 

Spesso il successo di un’attività, passa per il rapporto che si instaura con la clientela.

 

La preparazione e la gestione(16) del personale è un tema molto delicato che spesso viene trascurato lasciando molto spazio all’improvvisazione.

Lo stesso calcolo del numero di lavoratori effettivamente necessari e delle turnazioni è molto importante e può fare la differenza nei servizi offerti e nei ritorni economici.

L’esperienza non si insegna e spesso le nostre aspettative possono essere mal riposte. Gestire il personale, può implicare profonde disattenzioni all’attività nel suo complesso.

Per tutti questi motivi, è sempre necessario fare una attenta analisi(4) ed una selezione delle persone alle quali affidare l’immagine di un’attività.

A volte può essere un buon investimento prevedere la formazione del personale, altre attingere personale da specifici corsi.

Sicuramente offrire delle prospettive ai collaboratori è un incentivo importante, ma lo si può proporre solo nel caso in cui l’attività preveda una crescita. In alternativa si possono valutare ruoli di responsabilità sempre maggiore all’interno della struttura commerciale.

Se si vogliono ottenere i migliori risultati, è indispensabile ricorrere a consulenti(13) per la formazione o per la selezione del personale.

Tematica è specializzata nel calibrare la manodopera, selezionare e preparare le maestranze, nonché nell’indicare la migliore gestione del personale.

 

Con Tematica ti assicuri la corretta condotta che rende il giusto successo.

 

 call us

 

Come ottimizzare il rapporto con i fornitori?

“La verità e molto meno semplice di quanto vorrei” Trilogia di New York, Paul Auster

 

 

Poiché la fornitura in un’attività commerciale è una necessità, non deve trasformarsi in una debolezza.

 

Una delle problematiche più sentite è la corretta gestione delle forniture. Non è raro il caso in cui i prodotti necessari al corretto svolgimento dell’attività arrivino in ritardo, o ancora, che si possa essere obbligati ad acquisire più merci del necessario.

Gli accordi che vengono stipulati con i fornitori, spesso non tutelano pienamente i negozianti. Gli interessi(8) che giocano la stessa partita non sempre coincidono.

Le conseguenze di una mancata attenzione ed approfondimento di tutti i temi che gestiscono i rapporti con i fornitori, spesso mettono in crisi l’attività.

Per questo motivo è sempre utile rivolgersi(3) a professionisti qualificati in grado di mediare le esigenze di tutte le parti.

L’ottimizzazione dei processi di tipo contrattuale, diviene uno strumento fondamentale, così come il recupero di fornitori selezionati.

 

Tematica trasforma in punti di forza le apparenti debolezze.

 call us

 

Come organizzare una buona campagna pubblicitaria?

“Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l'orologio per risparmiare il tempo.” Henry Ford (1863-1947), industriale americano

 

 

Il locale è pronto, gli arredi sono montati e pronti per l’uso, il personale è in orario e attende solo di mettersi all’opera. Non rimane che accendere l’insegna e i clienti faranno a gomitate per arrivare per primo. Bè, occorre più dell’ottimismo per pensare che le cose si svolgano normalmente in questo modo. Purtroppo non basta sollevare una saracinesca affinché le persone entrino, invogliate da una vaga curiosità. Innanzitutto, una buona strategia di comunicazione nasce insieme al prodotto o al servizio che proponiamo alla nostra clientela. E’ già insita nel progetto iniziale, si articola lungo tutta la fase di realizzazione e accompagna lo sviluppo del prodotto e/o servizio. Tutto questo perché, al di là della bontà della nostra proposta commerciale,  occorre motivare i potenziali clienti a prenderci in considerazione come valide alternative all’interno di un competitivo scenario di mercato. Se non ci si accontenta di risultati approssimativi e fugaci, ma al contrario si vogliono ottenere successi duraturi occorre, come sempre, programmare le proprie strategie e prevedere i possibili mutamenti delle abitudini di acquisto. Bisogna conoscere i propri clienti (6), coccolarli e stimolarli, comunicare con loro in modo coerente e congruo con i prodotti offerti, proporre un’immagine precisa e riconoscibile di se stessi e dei propri servizi, sfruttare ogni canale che ci metta in comunicazione con loro. Noi di Tematica siamo convinti di questo: “se vuoi che i clienti vengano da te, sei tu che devi prima andare da loro”. Tematica, attraverso una strategia di comunicazione articolata e ben coordinata, ti aiuta a trovare i clienti, a farli venire da te e, soprattutto, a farli tornare.

 

Tematica è la tua voce.

 call us

 

Come sfruttare al meglio i nuovi canali di comunicazione?

“Senza deviazione dalla norma, il progresso non è possibile.” Frank Zappa (1940-1993), musicista americano.

 

Siamo già nel futuro ma a quanto pare molti non se ne sono ancora accorti. Ci troviamo di fronte, infatti, a messaggi promozionali legati a logiche commerciali ormai obsolete, vecchi strumenti spacciati per nuovi e destinati ad arricchire rapidamente il dimenticatoio, nuovi strumenti utilizzati in modo incoerente e improprio e che per questo non potranno dar prova delle loro potenzialità. Le nuove tecnologie e i recenti e più aggiornati media, invece, spalancano a chi li ha il coraggio e la lungimiranza di usarli orizzonti inesplorati sempre più ampi e possibilità pressoché illimitate. C’è ancora chi crede che basti aprire un sito web dedicato alla propria attività commerciale per confidare che qualcuno ci caschi dentro. Se queste sono le vostre intenzioni, noi di Tematica vi consigliamo caldamente di risparmiare il vostro tempo e il vostro denaro. La rete, i social network, la possibilità di connettersi ovunque e in qualunque momento, le potenzialità dei vostri smartphone, tablet e notebook, hanno accorciato a livello infinitesimale le distanze tra voi e i vostri possibili clienti. Basta un click! Ma non solo, sfruttare il campionario inesauribile delle nuove tecnologie non significa semplicemente raggiungere un maggior numero di persone nel minor tempo possibile, ma anche presentare il proprio prodotto o servizio in modi inusuali e interessanti, lavorare in modo più agevole ed efficiente, offrire ai vostri clienti esperienze ed emozioni che li convincano a tornare. Certo, ci vogliono competenza e dedizione per ottenere tutto questo, coraggio e immaginazione per realizzarlo, ma

 

Tematica ha spalle forti sulle quali puoi poggiare. 

 call us

 

Quali sono le strategie più efficaci per promuovere la mia attività?

“Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa”.  Albert Einstein (1879-1955), fisico tedesco

 

Non esistono regole precostituite o ricette valide per ogni luogo o circostanza. Ogni prodotto ha la sua storia da raccontare e chi millanta metodi universalmente validi è qualcuno di cui diffidare. La letteratura sull’argomento, d’altronde, è ampia e i metodi di promozione diversi e spesso molto dissimili tra loro. Un elemento in comune, tuttavia, li raccoglie in uno stesso orizzonte: coordinamento. Sviluppare sinergie tra i vari livelli in cui si svolge la promozione di un’attività e su cui si interseca il piano della comunicazione dei valori e dell’immagine che di sé che si vuole proporre è il presupposto indispensabile affinché cresca e si consolidi la considerazione e la fiducia che i clienti ci affidano. L’improvvisazione in questo ambito è cattiva consigliera e garanzia di insuccesso. Le nuove istanze sociali, venute fuori all’inizio del secolo e confermate nel clima generale di sfiducia generato dalla crisi economica, ci suggeriscono un rinnovato paradigma culturale in cui parole come trasparenza, sobrietà, coerenza e organizzazione hanno riconquistato un ruolo decisivo nelle scelte e nelle preferenze concordate dalle persone. Prima ancora che i contenuti del messaggio che intendiamo sostenere, seppur fondamentali, è il modo in cui li presentiamo, l’onestà con la quale li proponiamo, la coerenza interna con la quale li organizziamo a fare la differenza in un mondo ormai saturo di informazioni troppo spesso contraddittore. E’ per questo che Tematica mette a disposizione la sua professionalità per programmare insieme a te le giuste e più efficaci strategie promozionali, progetta e realizza in modo articolato e coordinato un piano comunicativo coerente con le tue idee e con le richieste del mercato.

 

Tematica ti accompagna nel XXI° secolo. 

 call us

 

LE DOMANDE DA PORSI

Cosa posso fare con lo spazio a mia disposizione 

 

Quali documenti mi occorrono?

  

A quali figure professionali mi devo necessariamente rivolgere?

  

La mia idea è quella giusta 

  

Chi sono i miei concorrenti?

  

Quali saranno i miei clienti?

  

Come far fruttare al massimo la mia attività?

  

Quanto mi costa aprire un attività ?

  

 Come posso trovare dei finanziamenti per la mia attività ?

  

Come potrò emergere dalla massa?

  

Come riuscirò a rendere unico il mio locale?

  

Con quali servizi attirerò i miei clienti convincendoli a tornare?

  

Chi realizzerà concretamente il mio progetto?

  

Quanto tempo è necessario per realizzare la mia idea?

  

Faccio tutto da solo o mi affido a qualcuno che mi può un servizio completo?

  

In che modo gestirò la mia attività?

  

Come sceglierò e gestirò il personale?

  

Come ottimizzare il rapporto con i fornitori?

  

Come organizzare una buona campagna pubblicitaria?

  

Come sfruttare al meglio i nuovi canali di comunicazione?

  

Quali sono le strategie più efficaci per promuovere la mia attività?

  

 

Pierluigi Maurizi Architetto P.IVA 08340731002 archilovers twitter linkedin Cookie Policys